Mineralogia e miniere
Esperienze di cultura del territorio

Mineralogia e miniere

L’Elba, un piccolo lembo di terra in mezzo al mare, con una varietà mineralogica introvabile.

Con più di 200 specie mineralogiche, rintracciate e catalogate in secoli di ricerche da parte dei più importanti studiosi e appassionati di mineralogia mondiale, quest’isola vanta più di un ventesimo dei minerali del pianeta presenti sul suo piccolo territorio. Chiunque sia appassionato di geologia e minerali prima o poi si troverà davanti il nome dell’Elba.

Alla scoperta della varietà mineraria elbana. Che siano campioni delle miniere del versante orientale o le favolose cristallizzazioni pegmatitiche del versante occidentale, nessun museo del mondo può definirsi completo senza campioni elbani. Se anche voi vorrete cimentarvi sulle orme dei cacciatori di cristalli non c’è che l’imbarazzo della scelta: martello da geologo alla mano e sacchetto per la vostra raccolta, questa sarà la dotazione iniziale dei percorsi guidati alla scoperta dei vecchi cantieri di lavoro delle miniere ferrose di Rio ( Rio Marina) e Capoliveri. Qui, accompagnati da esperte guide, potrete scovare campioni di ematite, pirite, limonite, malachite e tantissimi altri da esporre nelle vostre collezioni personali.

Per un’esperienza ancora più emozionante c’è anche la possibilità di esplorare il “cuore della terra”, immergendosi con elmetto in testa e “bussole impazzite”, nelle gallerie sotterranee della miniera di magnetite del Ginevro, unica miniera in galleria ancora visitabile sull’isola.

Sul versante occidentale invece, la capitale mineralogica è sicuramente San Piero, regno di generazioni secolari di scalpellini del granito, dove a fare da attrazione principale vi aspetteranno le tormaline e le gemme dei filoni pegmatitici del Monte Capanne e potrete prendere parte a numerose escursioni emozionanti sul tema dell’estrazione e dell’utilizzo del granito.

Da dove cominciare, quindi? Per diventare dei “minatori per un giorno” vi basterà rivolgersi ad uno dei centri visita museale a vostra disposizione sull’isola d’Elba: a Rio Marina (frazione del Comune di Rio) con il museo mineralogico del Parco Minerario Elbano e le visite guidate alle cave del Bacino e Valle Giove; a Capoliveri con le visite al Museo della Vecchia Officina e dei cantieri del Vallone e delle Gallerie del Ginevro, ed infine al MUM, ovvero il museo mineralogico e gemmologico di San Piero per scoprire il meraviglioso mondo del granito.

Appunti di viaggio

Miniere ferrose

Parco minerario

Museo dell'officina

Miniere di Calamita

Miniere di Rio Marina

Luogo strategico per la grande quantità di ematite e limonite subito individuato dall'imperatore appena sbarcato sull'isola come asse strategico-militare.
Posizione: Rio Marina

Spiaggia della Paolina

La spiaggia prende il nome dall’isolotto che si trova a pochi metri dalla riva, a sua volta intitolato alla sorella di Napoleone Bonaparte che, secondo una leggenda (probabilmente creata da un imprenditore turistico negli anni ’60) amava prendere il sole su questi scogli.

Posizione: Marciana

Villa San Martino

Designata come residenza estiva, Napoleone acquistò la proprietà dalla famiglia Manganaro nel 1814, con l’intento di trasformarla in dimora confortevole e raffinata, che non avesse nulla da invidiare alle residenze parigine.

Posizione: Località San Martino (Portoferraio)

Villa dei Mulini

Costruita nel 1724 dal Gran Duca Gastone de’ Medici, fu la residenza di città di Napoleone durante la sua prima permanenza all’isola d’Elba.

Posizione: Portoferraio

Santuario di Monserrato

Fu fatto costruire in segno di gratitudine nel 1606da José Pons y León dei duchi di Arcos, governatore spagnolo di Napoli e primo governatore della piazza di Longone (facente parte dello stato dei presidi). Nel settembre del 1814 Napoleone, accompagnato da Pons e da Bertrand volle visitare il santuario.

Posizione: Località Monserrato (Portoazzurro)

Museo Mineralogico MUM

Se oggi l’economia elbana è basata sul turismo, rimane il fatto che gli abitanti di San Piero e della costa occidentale (Pomonte) hanno vissuto e continuano a vivere anche grazie al loro granito e marmo

Posizione: San Piero in Campo

Porto e Torre di Marciana Marina

Visita il porto dove approdò Maria Walewska e la torre di guardia armata visitata dallo stesso Napoleone nel 1814

Posizione: Marciana Marina