Spiaggia di Cavo

Rio

Spiaggia di Cavo

Il paese dall'antica origine romana con la lunga spiaggia.

Cavo deriva il suo nome da caput, ovvero promontorio. L’antica origine romana è testimoniata dai resti di una domus rinvenuti sul vicino promontorio di Capo Castello. La lunga spiaggia del paese si estende dal pontile dietro al porto turistico fino al promontorio roccioso sormontato da Villa Tonietti. Due barriere frangiflutti proteggono il lido e offrono posto sugli scogli. Dalla spiaggia il panorama spazia su Piombino e sull’isolotto di Palmaiola, che dista solo 3 km.

Composizione della spiaggia

Ciottoli e scogli di granito

Consigliata con vento di:

Mezzogiorno (S), Libeccio (SO), Ponente (O), Maestrale (NO)

Come arrivare

Cavo è l’ultima località a nord della costa orientale dell’isola. La spiaggia è situata dietro il viale del lungomare. In estate è attivo il minibus comunale che parte da Ortano e collega le spiagge e le località della costa.

Lasciati guidare

Cliccando sull’icona della spiaggia sulla mappa potrai caricare direttamente il percorso sul tuo smartphone. Ricorda di attivare la localizzazione.

Servizi

Bar
Ideale per famiglie
Noleggio attrezzature acquatiche
Panorama subacqueo
Parcheggio auto
Ristorante
Spiaggia libera
Serate & musica dal vivo
Stabilimento balneare attrezzato

Pet friendly

L’Elba è all’avanguardia per quanto riguarda i diritti degli animali. La norma prevede che ogni Comune possana regolamentare in maniera più specifica gli accessi agli arenili.

Esplora a 360° la spiaggia

Miniere di Rio Marina

Luogo strategico per la grande quantità di ematite e limonite subito individuato dall'imperatore appena sbarcato sull'isola come asse strategico-militare.
Posizione: Rio Marina

Spiaggia della Paolina

La spiaggia prende il nome dall’isolotto che si trova a pochi metri dalla riva, a sua volta intitolato alla sorella di Napoleone Bonaparte che, secondo una leggenda (probabilmente creata da un imprenditore turistico negli anni ’60) amava prendere il sole su questi scogli.

Posizione: Marciana

Villa San Martino

Designata come residenza estiva, Napoleone acquistò la proprietà dalla famiglia Manganaro nel 1814, con l’intento di trasformarla in dimora confortevole e raffinata, che non avesse nulla da invidiare alle residenze parigine.

Posizione: Località San Martino (Portoferraio)

Villa dei Mulini

Costruita nel 1724 dal Gran Duca Gastone de’ Medici, fu la residenza di città di Napoleone durante la sua prima permanenza all’isola d’Elba.

Posizione: Portoferraio

Santuario di Monserrato

Fu fatto costruire in segno di gratitudine nel 1606da José Pons y León dei duchi di Arcos, governatore spagnolo di Napoli e primo governatore della piazza di Longone (facente parte dello stato dei presidi). Nel settembre del 1814 Napoleone, accompagnato da Pons e da Bertrand volle visitare il santuario.

Posizione: Località Monserrato (Portoazzurro)

Museo Mineralogico MUM

Se oggi l’economia elbana è basata sul turismo, rimane il fatto che gli abitanti di San Piero e della costa occidentale (Pomonte) hanno vissuto e continuano a vivere anche grazie al loro granito e marmo

Posizione: San Piero in Campo

Porto e Torre di Marciana Marina

Visita il porto dove approdò Maria Walewska e la torre di guardia armata visitata dallo stesso Napoleone nel 1814

Posizione: Marciana Marina