Cerca
Cerca

Aleatico passito DOCG

Aleatico passito DOCG

Rosso rubino intenso e brillante con riflessi violacei che tendono al granato è il re dei vini elbani

Uve aleatico 100% prodotte sul territorio elbano

Denominazione

DOCG

Categoria

Rosso

Uva

Aleatico

Descrizione

Tradizionalmente è il vino delle grandi occasioni: a Natale non c’è famiglia elbana che non abbia una bottiglia di Aleatico in tavola insieme naturalmente alla schiaccia briaca, al panficato e ai cantucci.

È il vitigno autoctono per eccellenza dell'Isola d'Elba, perla della produzione vinicola elbana, la prima D.O.C.G. delle isole dell'Arcipelago Toscano; le prime bottiglie di Aleatico D.O.C.G. sono quelle della vendemmia 2011. Se ne producono circa 60mila l'anno, in una produzione di circa 1 milione di bottiglie di vino complessive.

L'Aleatico Passito dell'Elba D.O.C.G. si ricava dalle uve aleatico 100% prodotte “nel territorio amministrativo dei comuni dell'Isola d'Elba” e particolarmente selezionate, infatti i grappoli raccolti devono essere integri, sani e ben maturi; quelli attaccati da muffe e marciumi devono essere scartati.Il vitigno si estende su circa 40 ettari su 170 coltivati per la produzione di Elba D.O.C.G.; ha una buccia delicata e sottile e non sopporta una lunga permanenza sulla pianta dopo la maturazione, ha una resa bassissima.

I vigneti, impiantati successivamente al disciplinare D.O.C.G., devono avere una densità di almeno 5000 ceppi per ettaro. Produzione massima di uva per ettaro 70 quintali. La produzione per ceppo non dovrà essere superiore a 1,8 kg. Le uve destinate alla vinificazione devono devono assicurare, al momento della raccolta, un titolo alcolometrico volumico totale minimo di 11.5%.

L’Aleatico si realizza secondo un processo rigorosamente naturale, tramandato da generazioni.

Abbinamenti

- Schiaccia briaca dell’Elba
- Cioccolato
- Crostate di frutta
- Dolci di crema e ai frutti di bosco
- Pesche tagliate
- Formaggi erborinati come il Gorgonzola o il Roquefort